U18 ECC – IL BASKET A RIMINI È SEMPRE TARGATO CRABS!
19/11/2019

Una prova di forza schiacciante quella dei Granchi di Coach Maghelli, che regolano la formazione di San Marino con un netto 76 – 61. Partita mai messa in discussione, i Crabs sono sempre stati in vantaggio, dal 2 a 0 iniziale fino al +15 di fine gara (toccando anche il +20). Una sfida ricca di interesse che ha portato al Flaminio giocatori e dirigenti di diverse società riminesi, da giocatori e squadre che militano nel campionato di Promozione fino ai giocatori, allo staff e alla dirigenza di Serie B. Davanti a tutti loro i Crabs hanno dato sfoggio del loro talento, del valore, della voglia di vincere e della determinazione, doti innate in questi giovani giocatori, che vengono migliorate ogni giorno in palestra grazie al duro lavoro dei tecnici e dello staff che da anni seguono un percorso vincente e preciso.

UNDER 18 ECCELLENZA – GIRONE C – OTTAVA GARA DI ANDATA

BASKET RIMINI CRABS 76 – 61 PALL. SAN MARINO TITANS/RBR
(16 – 11, 40 – 26, 62 – 47)

Crabs: Berardi 2 (1/2, 0/0, 0/0), Ferrari 9 (4/10, 0/0, 1/3), Baroni n.e., Rosario Cruz 23 (6/10, 2/4, 5/11), Curi Moraes 10 (5/7, 0/3, 0/0), Rossi 15 (3/8, 2/6, 3/4), Tisselli 0 (0/0, 0/0, 0/0), Santoro 6 (1/2, 1/1, 1/2), Bertini n.e., Tamburini n.e., Montanari 11 (4/9, 1/2, 0/0), Jose n.e.. Coach: Andrea Maghelli, Ciro Luongo, Danilo Daccico.

Il derby è una sfida che ha un fascino particolare, gioca con la mente e con le emozioni dei protagonisti, per vincere bisogna essere determinati e concentrati, per vincere serve la testa. Ecco questo è stato ciò che i Crabs di Coach Maghelli hanno messo in campo, oltre al loro talento, all’intensità di gioco, agli schemi e alle giocate individuali, i riminesi hanno battuto i biancoblù proprio grazie alla grande forza mentale, riuscendo ad interpretare la partita fin dal primo secondo, trovando soluzioni diverse mentre la partita si evolveva. Solo una parola verso i ragazzi e lo staff, che da anni porta avanti un progetto solido, formando e crescendo giovani cestiti, preparandoli al futuro, e che è un esempio per molte altre società, a tutti loro va detto semplicemente COMPLIMENTI!

Palla a due alzata alle 19:30 al Palazzetto Flaminio (nessun luogo sarebbe stato più appropriato) e il primo possesso è per la squadra ospite, che grazie alla maggior fisicità riesce a catturare il primo pallone. Bastano pochi secondi ai biancorossi per mettere in chiaro le cose: Merfi Rosario Cruz recupera subito la palla e in contropiede appoggia al tabellone il 2 a 0 iniziale. I Crabs non si fermano qui, un’altra ottima difesa respinge l’attacco di San Marino e su assist di Martino Ferrari, Matteo Montanari registra il 4 a 0. Subito time-out per Massimo Padovano, che richiama immediatamente i suoi in panchina (4-0 a 8:56). Il gioco difensivo riminese continua a creare grossi problemi all’attacco ospite che non riesce a trovare soluzioni efficaci, mentre dopo un altro canestro del solito Rosario Cruz, Filippo Rossi (15 punti) piazza la bomba per il 9 a 0. Il primo quarto è tutto nelle mani biancorosse, che solo nel finale subiscono la maggior fisicità avversaria, chiudendo il primo periodo in vantaggio 16 a 11.

Nella seconda frazione l’inerzia della gara è ancora marchiata Crabs, un Rosario Cruz ispirato (23 punti) trova ripetutamente il canestro da ogni zona del campo, ma è la tanta attenzione contornata dalla grande intensità difensiva a portare i Granchi sul 30 a 13 a 5 minuti e 31 secondi, dove un bel recupero di Martino Ferrari regala i due punti nelle mani di Henrique Curi Moraes (10 punti), costringendo il coach ospite a richiedere la sua seconda ed ultima sospensione. Nelle file biancorosse il gioco offensivo funziona a meraviglia, un movimento corale permette ai Crabs di trovare sempre l’uomo libero nella situazione migliore e così Curi Moraes serve Jacopo Santoro per due punti, poi Matteo Montanari serve Curi Moraes per altri due punti, di seguito è lo stesso Montanari (11 punti) ad esser servito da Martino Ferrari per ulteriori due punti. Un gioco magistrale che trova fiducia soprattutto nel grande lavoro difensivo che costringe San Marino a tiri allo scadere e a palloni persi banalmente. Ad 1:34 dall’intervallo lungo il tabellone segna 39 – 20 per i Crabs, il tempo scorre e la squadra ospite cerca di rosicchiare qualche punto, grazie soprattutto ad un canestro allo scadere con il quale la squadra sammarinese riesce a ridurre lo svantaggio a 14 lunghezze.

Nella ripresa la formazione ospite cerca di mettere in difficoltà i padroni di casa attraverso una difesa a zona molto fisica, i Granchi necessitano di un paio di minuti per trovare le giuste contromosse e nel frattempo San Marino ne approfitta per racimolare qualche punto. Sul 45 a 33 Coach Maghelli richiede time-out per mettere un po’ di ordine nelle idee e negli attacchi dei suoi giocatori, e la marcia dei Granchi riparte spedita verso l’obiettivo: tripla di Rosario Cruz dall’angolo, seguita da un’altra bomba dalla stessa mattonella di Filippo Rossi, un canestro dalla media di Martino Ferrari e un appoggio al tabellone di Curi Moraes su assist di Rosario Cruz. Con la giusta intensità i riminesi riescono a chiudere anche il terzo parziale in vantaggio, incrementando sempre più il divario (62-47).

L’ultimo quarto è un tripudio biancorosso: Martino Ferrari in penetrazione si arresta prima dello smile e appoggia sul tabellone; Rosario Cruz a 3” dallo scadere dei 24” si arresta dalla media e ne mette altri due; ancora Rosario Cruz conclude un coast to coast con un’entrata in sottomano; Matteo Montanari mette altri due punti su assist di Capitan Rossi, e i Crabs toccano il massimo vantaggio +20 (70 a 50). Non è ancora finita, la formazione di San Marino prova a rispondere ai tanti attacchi riminesi, ma ci pensa Curi Moraes a spegnere tutti gli entusiasmi, prima penetra nell’area, saltando due avversari piazza due "facili" punti, poi servito dal play biancorosso inchioda ad una mano il 74 a 54. Con il +20 ad un 1:53 i Crabs regalano 5 punti agli avversari prima di mettere definitivamente la parola fine alla gara.

Una strepitosa vittoria dei Crabs in un derby che non metteva a confronto solamente due squadre, ma due realtà del territorio che lavorano per far crescere i giovani cestisti, per dar loro le migliori armi da utilizzare ora e nel loro futuro. Quest’anno la formazione di San Marino si è rinforzata molto con l’aggiunta di 5 giocatori provenienti dal settore giovanile di Forlì, questo avrebbe potuto creare grossi problemi ai Granchi che però sono stati praticamente perfetti dalla palla a due fino alla sirena finale.

Il ritorno in campo di Guido Berardi, dopo tre settimane di stop per un problema alle ginocchia, passa leggermente in secondo pianto vista la grande prestazione e la vittoria conquistata dai Crabs, ma tutta la società è felice del rientro di questo giovane e talentuoso ragazzo.

I derby sono partite che vanno giocate con la testa, con le gambe, con il cuore, bisogna dare tutto ciò che si ha per vincere e oggi noi lo abbiamo fatto. Sono veramente contento della voglia di vincere, dell’intensità, della grinta e della determinazione che i ragazzi hanno tirato fuori, anche quando magari c’è stato qualche piccolo segno di cedimento, siamo riusciti ad avere la mentalità giusta per uscirne. Abbiamo giocato con un’intensità palpabile, e anche quando i nostri avversari hanno tentato di rallentare il ritmo della partita cambiando difesa, provando a sfruttare al meglio le loro qualità fisiche, noi non ci siamo fatti sorprendere, abbiamo ragionato con la testa, trovando la soluzione migliore in ogni occasione.” Coach Andrea Maghelli

classifica
CLASSIFICA SERIE B
TEAM
Pt
Benedetto XIV Cento
50
Pallacanestro Piacentina Piacenza
42
Pallacanestro Crema
40
Pall. Vicenza 2012
40
Basket Lecco
38
Raggisolaris Faenza
38
Tigers Forli'
34
Pallacanestro Aurora Desio 94
30
Virtus Basket Padova
28
Nuova Pall. Olginate
26
Basket 2000 Reggio Emilia
24
Pall. Bernareggio 99
24
Basket Lugo
24
NTS Basket Rimini Crabs
22
Green Basket Palermo
18
Pallacanestro Alto Sebino Costa Volpino
12
Iscriviti alla Newsletter E-mail dei CRABS
Vuoi ricevere gli aggiornamenti sul tuo telefonino?
Iscriviti alla NEWSLETTER SMS
Basket Rimini Crabs
Sede legale Via Mosca, 54B
Capitale sociale Euro 18.000,00 i.v.
Codice fiscale e numeri iscrizione nel registro
delle Imprese di Rimini n. 91002440401
P.Iva 02028690408
Iscritta nel REA della C.C.I.A.A. di Rimini al n. 254450
Soggetta a direzione e coordinamento della Società
CRABS 1947 S.R.L. sede in Via Mosca, 54B
Cod. fisc. 03617500404
Privacy Policy
Realizzazione siti internet