U18 ECC – AD UN SOFFIO DALLA VITTORIA DOPO L'OVER TIME
26/11/2019

C’è voluto un tempo supplementare per decidere la gara tra la Virtus Bologna e i Crabs di Coach Maghelli, in una partita che ha visto le due formazioni rispondersi a viso aperto, senza timore di sbagliare ma con la grinta che solo i grandi lottatori sanno tirare fuori.

UNDER 18 ECCELLENZA – GIRONE C – NONA GARA DI ANDATA

VIRTUS BOLOGNA 94 – 89 BASKET RIMINI CRABS
(20 –15, 39 – 34, 58 – 55, 75 – 75) dts

Crabs: Berardi 6 (3/6, 0/0, 0/0), Ferrari 17 (7/16, 0/2, 3/4), Rosario Cruz 13 (0/4, 2/5, 7/12), Curi Moraes 3 (1/4, 0/0, 1/1), Rossi 32 (10/19, 3/6, 3/6), Gamboni n.e., Tisselli 11 (4/6, 1/4, 0/0), Santoro 2 (0/0, 0/1, 2/2), Bertini 3 (1/1, 0/1, 1/2), Tamburini n.e., Montanari 2 (1/3, 0/0, 0/0). Coach: Andrea Maghelli, Ciro Luongo.

L’arbitro alza la palla a due e la Virtus mette già in chiaro la situazione: ha bisogno di vincere per rimanere incollata alla coppia in vetta alla classifica (Pesaro e Ferrara). Primo pallone giocato ed è già 2 a 0, ma la risposta biancorossa non si fa attendere, Guido Berardi (finalmente rientrato a pieno ritmo, dopo le 3 settimane di stop) pareggia su assist di Rosario Cruz. Le V nere iniziano a martellare costantemente allungando fino al 10 a 4. Servono costanza e determinazione per non lasciar scappare i padroni di casa: i Granchi mettono a segno un controparziale di 6 a 0 grazie ad un asfissiante Martino Ferrari (17 punti e 8 rimbalzi) che recupera palla sulla linea di metà campo e vola a canestro; nell’azione successiva Rosario Cruz intercetta un pallone vagante e serve il contropiede di Filippo Rossi; ed infine lo stesso Rosario Cruz si guadagna un giro in lunetta che porta i Crabs al pareggio (10-10). Mancano 3:39, l'allenatore bolognese richiama i ragazzi in panchina e con una strigliata degna di nota ridà vigore ai propri giocatori; detto fatto i riminesi sono di nuovo sotto di 6 lunghezze (18 – 12). Ci pensa Curi Moraes a sbloccare la situazione: cattura il rimbalzo offensivo ed inchioda a due mani il pallone dentro al canestro, subisce fallo e segna pure l’aggiuntivo.

Il copione si ripete: la Virtus spinge sull’acceleratore, in attacco segna da dove vuole mentre in difesa impedisce ai Crabs di trovare facili tiri, e in meno di quattro minuti raggiunge il massimo vantaggio (30 a 18). Coach Maghelli cambia l’assetto tattico e viene ripagato dai canestri di Jacopo Santoro e Lorenzo Bertini, ma per ricucire lo strappo serve ancora qualcosa: Filippo Rossi si carica la squadra sulle spalle e a suon di bombe e canestri dalla media trascina i compagni fino al 39-34 prima dell’intervallo lungo.

In avvio di ripresa le cose finalmente cambiano, i Crabs accorciano immediatamente le distanze grazie a due punti di Matteo Montanari su assist di Martino Ferrari. Bologna non vuole farsi raggiungere e prova a scappare nuovamente, ma i Granchi replicano ad ogni canestro bianconero, e grazie ad Alex Tisselli (11 punti), Guido Berardi (6 punti e 7 rimbalzi) e il solito Capitan Rossi (bomba allo scadere su assist di Lorenzo Bertini) il terzo quarto si chiude 58 a 55.

Ora inizia un’altra partita: una sfida giocata pallone dopo pallone, dove ogni singolo errore pesa come un macigno, dove due punti sono essenziali come l’aria. Un gioco a tre fra Rosario Cruz, Alex Tisselli e Filippo Rossi porta i Crabs al -1 (58-57), le V nere tentano nuovamente di scappare con una tripla ben costruita, ma arriva immediatamente la replica riminese grazie alla bomba di Rosario Cruz (13 punti, 7 assist e 9 rimbalzi) che segna il 61 a 60. Bologna ci riprova ancora, trascina la partita fino al 73 a 68 a 3:15 obbligando Coach Maghelli al time-out. Lucidità e determinazione, questi i concetti da tenere ben a mente, i Granchi rientrano in campo carichi e grintosi: Guido Berardi blocca sul tabellone un pesante pallone bolognese, permettendo a Martino Ferrari di catturare il rimbalzo e correre dall’altra parte per 2 punti fondamentali. Ancora Berardi a dominare il pitturato nella metà campo difensiva, altro rimbalzo importante, apertura per Ferrari che arma le mani di Capitan Rossi; ed infine la bomba di Alex Tisselli ad 1:05 dal termine vede finalmente i Granchi passare in vantaggio (73-75).

Manca un minuto di gioco, la palla è nelle mani bianconere che a 37 secondi dal termine trovano il pareggio (75-75). La stanchezza inizia a farsi sentire da ambo i lati, prima sono i Crabs a sbagliare il canestro del possibile +2, poi allo scadere sono i bolognesi a mancare il canestro decisivo: si va all’over time.

Nei primi due minuti del tempo supplementare si rivede il film di inizio gara: Bologna scappa nel punteggio e i Crabs devono rincorrere. Oramai sembra tutto finito, +11 a 2:59 (87-76) e probabilmente si potrebbe già dire game over. Ma i riminesi non mollano mai, Filippo Rossi e Rosario Cruz si alternano portando il risultato sul 90 a 84 quando il cronometro segna 0:27. Palla recuperata dalla difesa biancorossa e bomba di Rosario Cruz per il 90 a 87, bisogna commettere immediatamente fallo. Bologna mette 2/2 e decide di mandare in lunetta anche i biancorossi: Rosario Cruz chirurgico dalla linea della carità segna il 92 a 89 quando oramai mancano 12 secondi al termine. Altro fallo per fermare il cronometro, ma i padroni di casa non sbagliano un colpo e decretano il 94 a 89 finale.

Partita molto dura, i Granchi hanno provato a marginare la maggior fisicità bolognese attraverso un gioco tattico ben costruito. Una sfida combattuta fino alla fine, che lascia l’amaro in bocca ai riminesi che per voglia, atteggiamento e gioco prodotto avrebbero meritato un risultato diverso.

I ragazzi oggi hanno veramente dato l’anima, il risultato non rende loro giustizia, ma complimenti ai nostri avversari che alla fine hanno meritato di vincere. È stata una partita dura, abbiamo iniziato a giocare come sempre con grande intensità, ma la Virtus ha trovato il modo di farci male, allora abbiamo dovuto cambiare le carte in tavola. Siamo passati ad una difesa diversa, più tattica e ragionata, questo ha creato confusione nelle fila bolognesi e noi ne abbiamo approfittato per portare la gara ai tempi supplementari. Poi abbiamo avuto una partenza disastrosa, stavamo lasciando la partita nelle loro mani senza porre la minima resistenza, ma questi ragazzi hanno una forza d’animo incredibile e la voglia di lottare ci ha portato ad un soffio dalla vittoria.” Coach Andrea Maghelli
 
CLASSIFICA SERIE B
TEAM
Pt
Benedetto XIV Cento
50
Pallacanestro Piacentina Piacenza
42
Pallacanestro Crema
40
Pall. Vicenza 2012
40
Basket Lecco
38
Raggisolaris Faenza
38
Tigers Forli'
34
Pallacanestro Aurora Desio 94
30
Virtus Basket Padova
28
Nuova Pall. Olginate
26
Basket 2000 Reggio Emilia
24
Pall. Bernareggio 99
24
Basket Lugo
24
NTS Basket Rimini Crabs
22
Green Basket Palermo
18
Pallacanestro Alto Sebino Costa Volpino
12
Iscriviti alla Newsletter E-mail dei CRABS
Vuoi ricevere gli aggiornamenti sul tuo telefonino?
Iscriviti alla NEWSLETTER SMS
Basket Rimini Crabs
Sede legale Via Mosca, 54B
Capitale sociale Euro 18.000,00 i.v.
Codice fiscale e numeri iscrizione nel registro
delle Imprese di Rimini n. 91002440401
P.Iva 02028690408
Iscritta nel REA della C.C.I.A.A. di Rimini al n. 254450
Soggetta a direzione e coordinamento della Società
CRABS 1947 S.R.L. sede in Via Mosca, 54B
Cod. fisc. 03617500404
Privacy Policy
Realizzazione siti internet